58 anni e disoccupato, apre una società multiservizi: è boom

426
(Foto: www.desideriamo.it)
(Foto: www.desideriamo.it)

La crisi morde, ma non tutti si arrendono. C’è chi, di fronte al baratro, ha la forza di rialzarsi e di riprendersi quanto gli è stato tolto. Con gli interessi.  Come Salvatore Galati, 60enne di Bientina, in provincia di Pisa. Una vita passata a lavorare duramente, poi i problemi, il fallimento del matrimonio, la disoccupazione. Sembra la fine, invece è un nuovo inizio. A raccontare la sua incredibile storia è l’edizione online de “il Fatto Quotidiano”.

Nel 2012, dopo trent’anni da gestore di un negozio di surgelati e cinque da operaio stagionale alla Piaggio di Pontedera, Salvatore è senza lavoro. Invia il proprio curriculum a decine di aziende, ma non riceve risposta. Allora, dal nulla, si inventa un proprio business: comincia a occuparsi delle pratiche burocratiche di chi non ha il tempo per farlo. L’idea si rivela vincente. Salvatore raduna una quindicina di persone, tutte in difficoltà a causa della crisi, e amplia la propria offerta: giardinaggio, tinteggiatura, pulizie casalinghe, spesa a domicilio, ritiro di analisi alle Asl, animazioni per serate musicali, cucina a domicilio, dog sitter, lavori domestici, facchinaggio, piccoli traslochi, organizzazione viaggi per la terza età e così via. Stampa e distribuisce migliaia di volantini tra Pisa e provincia, apre una pagina Facebook e inizia a farsi conoscere. In un amen nasce “Infilaperte Servizi”, la sua impresa. Che oggi vuole allargarsi a Prato, Lucca, Pistoia e Firenze, e si prepara ad assumere nuovo personale.

“Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze” diceva un certo Albert Einstein. Salvatore Galati, evidentemente, la pensa allo stesso modo. Non è mai troppo tardi per costruire qualcosa.

Salva Articolo

Lascia un commento