Basket, il Bam domina il derby: Redentore travolto

189

MONTEGROTTO. Poteva sembrare, in apparenza, un testa-coda senza troppa importanza. Di importanza invece ne aveva eccome il derby tutto padovano tra Abano Montegrotto e Redentore andato in scena venerdì sera al PalaBerta e valido per l’ottava giornata di ritorno del girone verde del campionato di serie D. Gli uomini di coach Baù arrivavano dalla convincente vittoria ottenuta sul Gemini ed erano chiamati a confermare i progressi evidenziati sul piano del gioco. Ma erano soprattutto i padroni di casa a dover dimostrare qualcosa, dopo che lo scivolone di Altavilla domenica scorsa ha riaperto il testa a testa per la promozione diretta con la Virtus Isola. Tutto è andato, alla fine, secondo pronostico: troppa la differenza tra i due roster, differenza che ha permesso al Bam di cogliere senza nessun tipo di patema il ventunesimo successo stagionale (81-49). Nonostante le numerose assenze, l’Este ha onorato l’impegno al meglio delle sue possibilità, ma non sono certamente queste le partite da cui passa il treno salvezza su cui spera di salire la compagine biancorossa. Al di là del risultato, è stata comunque una vera festa dello sport: prima dell’inizio della partita i giocatori hanno fatto il loro ingresso sul parquet tenendo per mano i ragazzini del minibasket delle rispettive squadre. Una splendida cornice che sarebbe bello vedere più spesso su tutti i campi della categoria.

La gara resta in equilibrio per 8’, giusto il tempo perché la macchina quasi perfetta costruita da coach Anselmi entri a temperatura. In chiusura di primo quarto il Bam manda in crisi l’attacco del Redentore e comincia a macinare canestri in serie, raggiungendo agevolmente la doppia cifra di vantaggio (21-10). Vantaggio incrementato nella seconda frazione: gli ospiti muovono il punteggio con Guarini e Roin ma non riescono ad andare oltre i 7 punti segnati, mentre i padroni di casa scappano grazie soprattutto a un Lovisetto dominante (19 totali a referto) sotto le plance. All’intervallo lungo il divario è già significativo: 35-17. La ripresa si apre con un sussulto atestino: Zhou (16 per lui alla fine) si costruisce un break di 6-0 e ricuce fino al -12, ma le speranze di rimonta si infrangono nel giro di pochi secondi perché l’Abano Montegrotto ristabilisce subito le distanze e anzi con il passare dei minuti accelera, portandosi sul +22 al 30’ (52-30). L’ultimo periodo è pura accademia: gli uomini di Anselmi dilagano con i vari Badon, Pressanto e Fiorin, il Redentore sfodera l’orgoglio e manda a bersaglio Mazzetto. La sostanza non cambia. Termina 81-49.

Diversi i match clou in programma sabato e domenica. La Virtus Isola deve vincere per continuare a mettere il fiato sul collo al Bam ma dovrà farlo a Limena e non sarà certo una passeggiata. Importante in zona playoff anche lo scontro tra San Bonifacio e Altavilla. Il Solesino è atteso da L’Argine in una partita in cui, sulla carta, i biancoazzurri non dovrebbero trovare particolari difficoltà.

Serie D girone verde, ottava giornata di ritorno: Bam-Redentore 81-49, Arcella-Peschiera, L’Argine-Solesino, Limena-Virtus Isola, Roncaglia-Mestrino, San Bonifacio-Altavilla, Noventa-Araceli Vicenza, Gemini-Vigodarzere

Classifica: Abano* 42, Isola 40, Limena 32, San Bonifacio 30, Altavilla e Solesino 26, Peschiera e Arcella 24, Roncaglia 22, Mestrino e Vicenza 20, L’Argine 16, Vigodarzere 12, Redentore* 10, Noventa 6, Gemini 2

* una partita in più

 

Lascia un commento