Botte di Vighizzolo, aperto il cantiere: due milioni per il primo stralcio

224

VIGHIZZOLO D’ESTE. Sono iniziati da alcuni giorni i lavori di ristrutturazione, consolidamento e ammodernamento del sistema di pompaggio della Botte di Vighizzolo. «È una delle priorità per cui ci siamo battuti sin dall’inizio del nostro mandato» spiega il sindaco Andrea Vanni. «Nel corso dell’ultimo anno il manufatto ha avuto dei cedimenti importanti, tanto da costringerci a chiudere la strada al transito dei mezzi pesanti. Un intervento era assolutamente necessario, soprattutto per garantire la sicurezza idraulica del mio Comune e del territorio limitrofo».

Il progetto, finanziato dalla Regione, si compone di due stralci. «Al momento, per una cifra pari a due milioni e 200 mila euro, è stato finanziato solo il primo, che servirà a stabilizzare la struttura. Il secondo dovrebbe invece garantire il potenziamento e l’efficientamento produttivo dell’idrovora». Il cantiere rimarrà aperto almeno un anno anche se molto, data la sede particolare dei lavori, dipenderà dalle condizioni meteo: la pioggia dei giorni scorsi, infatti, ha obbligato gli operai a procedere a rilento. «L’importante però era cominciare l’opera e questo risultato è merito del pressing che in questi anni la mia amministrazione assieme ad altri sindaci della zona e al Consorzio di Bonifica ha esercitato sulla Regione. Ora speriamo che i nostri sforzi siano presto coronati dal finanziamento del secondo stralcio» chiude Vanni.

Salva Articolo

Lascia un commento