Occupazione e giovani, ecco l’agenda del Comune di Abano

Gli assessori Virginia Gallocchio e Cristina Pollazzi impegnate nella progettazione delle iniziative dedicate alle fasce più deboli: dalle novità nelle scuole al Parco urbano "inclusivo"

812

ABANO TERME. Si stanno dando da fare moltissimo Virginia Gallocchio e Cristina Pollazzi, rispettivamente assessore ai Servizi Sociali e all’Istruzione, nella definizione delle politiche sociali, giovanili e scolastiche del Comune di Abano. In particolare, due i fronti su cui la coppia di assessori si sta concentrando: occupazione e giovani. Nel primo caso, il Comune ha aderito al progetto regionale per l’inserimento lavorativo temporaneo di soggetti privi di tutele, stanziando la somma di 5 mila euro e impiegando cinque persone per un periodo di sei mesi. Abano, in collaborazione con altri enti, ha aderito anche ad altre iniziative analoghe come i progetti “Orione” e “Impact”, che prevedono attività di formazione e tirocinio.

Per quanto riguarda la progettazione dedicata ai più giovani, «come Comune abbiamo aderito al bando regionale per le politiche giovanili, presentando tre diversi progetti che mirano a prevenire i comportamenti devianti degli adolescenti, offrendo loro occasioni di riflessione e di nuove esperienze» racconta l’assessore Gallocchio. Attenzione alle nuove generazioni trapelata dai numerosi finanziamenti elargiti all’Istituto comprensivo “Vittorino da Feltre” – teatro, orchestra giovanile, musica per la scuola primaria, scacchi, recupero e potenziamento – ultimo dei quali quello rivolto alla prevenzione del cyberbullismo e organizzato con il sostegno dell’Aiaf, l’Associazione avvocati per le famiglie che sarà coinvolta anche nell’organizzazione della Giornata internazionale contro la violenza di genere del prossimo 24 novembre.

Sulla stessa tematica l’associazione “Soprusi stop”, con il patrocinio comunale, nei prossimi mesi fornirà gratuitamente ad allievi e genitori dell’Istituto una guida per un uso consapevole del web. Nel frattempo l’assessore Pollazzi ha annunciato il consolidamento del servizio di pre e doposcuola alle elementari, la possibilità di prolungamento dell’orario degli asili nido fino alle 18 e, novità assoluta, l’inserimento dell’insegnamento dell’inglese coadiuvato dall’educazione musicale per i bimbi dell’ultimo anno di asilo nido, a partire dal mese di gennaio. L’Amministrazione guidata da Federico Barbierato, infine, ha di recente aderito al bando della Fondazione Cariparo: qualora fosse approvato, il progetto prevede la trasformazione del Parco urbano termale, il più centrale e il più facilmente raggiungibile della città, in un parco “inclusivo”, con la posa di giochi e giostrine accessibili anche ai portatori d’handicap.

Salva Articolo

Lascia un commento