Nuova sr 10, il sindaco Balbo diserta la riunione con la Regione: «Basta prese in giro»

L'incontro, sollecitato da numerosi amministratori della Bassa, si svolgerà lunedì a Este: interverrà anche l'assessore regionale De Berti. «Non sarò presente perché non riceverò risposte alle mie preoccupazioni, anche se vorrei tanto essere smentito»

1038

URBANA. «Non parteciperò all’incontro con i rappresentanti della Regione sulla nuova Sr 10 perché mi sento istituzionalmente preso in giro». Non ci sta il sindaco di Urbana Marco Balbo, che in segno di protesta ha deciso di comunicare la sua assenza alla riunione di lunedì a Este, chiesta nei giorni scorsi da numerosi amministratori della Bassa e alla quale parteciperà l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Elisa De Berti: «Abbiamo scritto al presidente Zaia in più occasioni, abbiamo richiesto più volte di essere ascoltati, senza ricevere risposta, ma è bastato programmare una manifestazione di protesta per sentirsi convocare dopo pochi istanti. Non funziona così. Non deve essere il rumore sui media a muovere gli organi regionali».

Il primo cittadino di Urbana ci va giù duro: «La Bassa Padovana è stata lungimirante e si è sacrificata nel riformare la sanità di quest’area chiudendo ospedali obsoleti per realizzarne uno all’avanguardia verso cui non confluisce un’adeguata viabilità. Il disagio di doversi rivolgere ad altre Ulss provinciali, non avendo però la precedenza nelle prestazioni, mette in difficoltà i cittadini e svilisce anche il senso di appartenenza del territorio». Il mancato completamento della strada, rileva Balbo, penalizza pure le attività economiche. «La Bassa Padovana ha necessità di vedere conclusa la nuova Sr 10, non c’è altro da aggiungere. Il sottoscritto vuole che venga realizzata e la Regione? Non sarò presente all’incontro perché non riceverò risposte alle mie preoccupazioni, anche se vorrei tanto essere smentito».

Dopo aver inviato la lettera il sindaco del Comune montagnanese è stato contattato dall’assessore De Berti. «Apprezzo molto la telefonata che è servita a chiarire alcuni aspetti importanti e ringrazio per l’attenzione che mi è stata riservata. Rimane però il nodo sulla difficoltà a procedere con l’opera, una difficoltà che sta evidenziando l’associazione temporanea d’impresa che ha avuto la concessione dalla Regione. Ad ogni modo dopo decenni di attesa, rinvii e promesse cittadini e amministratori del territorio sono stremati: la politica deve trovare una soluzione. In segno di protesta – chiosa Balbo – non parteciperò alla riunione».

Salva Articolo

Lascia un commento