Este, scontro sulle spese per il Natale: «Costa più di Padova». «Non è vero, basta bugie»

Botta e risposta tra "L'altra Este" e il sindaco Roberta Gallana: «Este spende oltre 48 mila euro, 2 mila in più della città del Santo». «Falso, in città hanno stanziato 251 mila euro»

4546

ESTE. Sta diventando una tradizione: qualsiasi sia l’evento in arrivo a Este, questo porta con sé un vespaio di polemiche per i costi sostenuti dalle casse comunali. “Este in Fiore”, “Festa dell’Agricoltura”, “Este da Brividi”; al lungo elenco non poteva mancare la rassegna di eventi natalizi, che prenderà il via durante il ponte dell’8 dicembre e resterà attiva fino all’Epifania. Questa volta a sollevare il polverone con un post sulla propria pagina Facebook c’ha pensato la l’associazione “L’altra Este”.

«L’amministrazione spenderà 48.190 euro per luminarie e feste natalizie» si legge. «L’entità della somma è notevole. Basti pensare che la città di Padova, con una popolazione 15 volte più grande, ha stanziato 46 mila euro. L’amministrazione può permettersi di spendere una tale somma, che unita a tutte quelle stanziate per feste varie ammonta a centinaia di migliaia di euro?». “L’altra Este” evidenzia poi come l’organizzazione degli eventi sia stata «affidata con trattativa privata alla società World Appeal di Francesco Candeloro, la stessa che ha gestito “Este in Fiore”». L’altra questione posta dall’associazione guidata da Beatrice Andreose è la posizione della pista di pattinaggio, solitamente ubicata in piazza Maggiore: «Perché non spostarla dentro il Foro Boario, in un luogo senza dubbio più consono per l’invernale divertimento? Si evita così di occupare e lordare il selciato in trachite della piazza, lasciandolo al passeggio».

«Quante bugie e illazioni dalla coppia delle fake news Beatrice Andreose e Stefania Polo (amministratrice del gruppo Facebook “Este Nostra”, ndr)» la secca replica del sindaco Roberta Gallana. «Sparano numeri a caso senza la benché minima cognizione di causa. Padova spende, anche quest’anno, 251 mila euro per eventi e iniziative natalizie, ai quali si aggiungono contributi ad associazioni. L’illazione poi sulla procedura è irrispettosa del lavoro dei dirigenti, che hanno regolarmente pubblicato un avviso esplorativo di manifestazione di interesse per individuare i soggetti interessati all’organizzazione e gestione degli eventi natalizi, al quale ha risposto positivamente solo una ditta, e attenendosi alla normativa hanno proceduto nell’iter».

Gallana sottolinea, inoltre, come la cifra relativa alle spese del Comune di Este comparsa su Faceobook sia da ritenersi “al lordo”: «Preciso che abbiamo stanziato 39 mila euro più Iva e, se le due signore fossero obiettive e volessero dare informazioni corrette, oltre che parlare delle spese per il Natale, dovrebbero anche ricordare i soldi stanziati per la riqualificazione delle case popolari, per la manutenzione di marciapiedi e per le potature per circa un milione di euro, di cui 720 mila solo per gli alloggi popolari». A Este le feste sono ancora piuttosto lontane; i botti, invece, sono già iniziati.

Salva Articolo

Lascia un commento