Boara Pisani, autentico plebiscito per il terzo mandato di Pescarin

185

BOARA PISANI. Un autentico plebiscito quello che ha sostenuto Luca Pescarin: il primo cittadino, 49 anni, è stato rieletto a furor di popolo. Piena fiducia alla lista civica “Per Boara” che ha ottenuto 1.223 preferenze, pari all’81,21% dei voti espressi nei dieci seggi del paese della Bassa Padovana. Nessuna speranza per la civica “Trasparenza Partecipazione” guidata da Tiziano Veronese che ha portato a casa solo 283 preferenze, ossia il 18,79% dei voti. Oltre alle preferenze ottenute dalle liste dei due candidati sindaci, vano ad aggiungersi le 19 schede bianche e le 55 schede nulle scrutinate durante la notte. Nonostante il tendenziale calo dell’affluenza alle urne in tutta la penisola, a Boara Pisani il flusso elettorale ha superato il 73% (comunque -4% rispetto al 2011). La sfida secca a Boara Pisani ha consegnato per il terzo mandato consecutivo (ammesso per i Comuni sotto i 3.000 abitanti) la fascia tricolore a Pescarin, mentre Veronese – che fa parte del circolo locale del Partito Democratico – guiderà la minoranza del consiglio comunale.

Salva Articolo

Lascia un commento