Riapre il castello del Catajo: eventi e visite in luoghi finora mai visti

1014

BATTAGLIA TERME. Diboscato il giardino, verniciati i balconi, potate le piante e ripulite le statue, il castello del Catajo riapre domenica 5 marzo per mostrarsi in tutta la sua ritrovata bellezza. Una stagione ricca di importanti novità incuriosirà il pubblico con eventi, esposizioni e ambienti mai mostrati prima. Come da tradizione, durante la giornata di apertura sarà accessibile un luogo solitamente chiuso ai visitatori: l’ottocentesca cappella degli imperatori, costruita per ospitare la coppia imperiale austriaca.

Mercoledì 8 marzo, invece, il castello commemora la festa della donna in modo alternativo grazie alla Compagnia dell’Innesco che, con il suo spettacolo itinerante, andrà a indagare in quali modi veniva vissuto l’erotismo dalle donne nei secoli passati. Attraverso curiosi aneddoti sulle figure femminili, che hanno abitato il maniero, potrete scoprire ciò che ha contribuito a renderlo famoso e misterioso.

Due grandi novità le porta la primavera, con il ritorno di due importanti giardini: dopo anni di abbandono, domenica 26 marzo, verrà integralmente riaperto lo storico Parco delle Delizie, dove sono stati ritrovati tutti i tracciati degli antichi vialetti, da decenni ricoperti di rovi, che oggi tornano a disegnare un giardino fatto di percorsi tortuosi che si snodano in mezzo alla vegetazione.

Altro appuntamento importante sarà domenica 2 aprile quando diventeranno visitabili altri due spazi finora inaccessibili al pubblico: il Giardino della Duchessa e la terrazza ducale. Costruito per Maria Beatrice di Savoia, il piccolo giardino di lecci e siepi di bosso introduce la grande terrazza ducale, sulla quale festeggiava la famiglia D’Este e da cui ancora oggi si gode un panorama mozzafiato sui Colli Euganei.

Se diversamente vorrete calarvi nelle magiche atmosfere del ‘700 vi aspettano le preziose creazioni di Antico Atelier che, per un mese intero, metterà in mostra le fedeli riproduzioni di alcuni tra i più preziosi abiti da sogno del ‘700 europeo, tra corsetti, piume, perline e gonne monumentali.

Come di consueto, immancabili sono gli eventi dedicati ai più piccoli. Domenica 19 marzo, in un affascinante percorso interattivo, i bambini scopriranno storie di principesse e di valorosi guerrieri, imparando le tappe dell’educazione di un fanciullo e potendo altresì indossare un’antica armatura.

Rinnovato l’appuntamento con il Circolo Remiero El Bisato che domenica 23 e 30 aprile permetterà di partire in barca dal castello per riscoprire le antiche vie d’acqua. Le barche, condotte con voga alla veneta, ripercorreranno gli antichi tragitti per vedere, come nei secoli passati, il paese e il castello dalla sua strada più naturale: il canale.

Protagoniste dell’evento di chiusura, domenica 21 maggio, le donne celebri dei secoli passati e rose delle varietà più belle. Il Catajo ricomincia la tradizione del collezionismo floreale, in compagnia di Davide Dalla Libera, uno dei più talentuosi ibridatori di fama internazionale, che si è occupato della ripopolazione delle rose nelle aiuole del castello.

Per informazioni e prenotazioni: clicca qui.

Lascia un commento