«L’Amor DiVino-Vini in Villa», weekend all’insegna del gusto e del sapere

Villa Kunkler e Villa Vigna Contarena si aprono al pubblico per l'iniziativa della Pro Loco Este. Un intreccio di enogastronomia, percorsi letterari e spettacoli culturali sul tema dell'amore

255

(Informazione pubblicitaria)

ESTE. Tre serate alla scoperta della «piacevolezza e del diletto suscitati dal sorseggiar nettare divino, sotto ispirazione delle seduzioni della dea Venere in lacci e intrecci d’amor». Stiamo parlando de L’Amor DiVino-Vini in Villa, evento il cui format unisce il piacere del gusto a quello della conoscenza e del sapere, in programma venerdì 8 settembre a Villa Kunkler e sabato 9 e domenica 10 settembre nella barchessa di Villa Vigna Contarena.

L’evento è organizzato dalla Pro Loco di Este, l’associazione di promozione turistica della città e del suo territorio, che ha rinnovato lo scorso anno il gruppo di gestione. Un weekend speciale in cui si intrecceranno degustazioni enogastronomiche della tradizione locale – a cura di partner di spicco come la Strada del Vino dei Colli Euganei e Slow Food Condotta Colli Euganei e Bassa Padovana – e performance letterarie e musicali itineranti. Filo conduttore della manifestazione sarà il tema dell’amore e della seduzione, raccontato attraverso tre diverse concezioni, una per serata: l’Amor Cortese, l’Amor Carnale e l’Amor Platonico, secondo la narrazione di poeti che vissero, scrissero e cantarono l’amore, e che soggiornarono temporaneamente nella Bassa Padovana. Il tutto nella splendida cornice delle due ville storiche di via Cappuccini, solitamente chiuse al pubblico, per l’occasione a disposizione per le visite guidate.

Il programma. Si comincia venerdì 8 a Villa Kunkler con “l’Amor Cortese” e gli spettacoli ispirati alle vicende amorose dei poeti romantici inglesi George Gordon Byron e Percy Bisse Shelley. Protagonisti della serata Elisabetta Borille, l’associazione culturale Zagreo e XQuartet, quartetto d’archi femminile. Sabato 9 sarà il turno de “l’Amor Carnale” e del Casanova, questa volta nella barchessa di Villa Vigna Contarena. La degustazione enologica “DiVin dissertare”, a cura di Damiano Fusaro e Alessandro Scandaletti, sarà accompagnata dalla musica unplugged dei Mothership. Domenica 10, ancora in Vigna Contarena, si chiude con “l’Amor Platonico”, infelice e inappagato di Francesco Petrarca per Laura. I versi del poeta trecentesco saranno interpretati da Simone Toffanin e Daniele Rocchetto, sulle note del jazz strumentale del Saint Jacques Duo.

Durante le serate di venerdì e domenica, inoltre, sarà possibile partecipare ai “Laboratori del Gusto” organizzati dalla Condotta locale di Slow Food, in tre fasce orarie (dalle 18.30 alle 20.00) e al costo di 5 euro a persona. Il primo laboratorio sarà dedicato all’oca, il secondo al baccalà. Massimo 15 posti per turno, per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a info@prolocoeste.it o recarsi presso gli uffici dell’associazione in piazza Maggiore. Disponibili i carnet per le altre degustazioni enogastronomiche. L’ingresso alla manifestazione è libero. Le visite guidate alle ville scatteranno a partire dalle 18.00, gli eventi serale dalle 20.00.

«Ricordo come nel primo numero di ripresa dello storico editoriale “Atheste”, ragionando sull’etimologia del termine “Pro Loco”, si immaginava l’associazione non come entità meramente fisica e geografica, ma come uno spazio in cui le relazioni sono sollecitate e sono parte integrante dello stesso» ricorda Lisa Celeghin, presidente della Pro Loco di Este dallo scorso giugno, presentando l’evento. «Aggregazioni genuine le definivo, custodi e sentinelle dei luoghi. Dei tanti luoghi di cui è disseminata la nostra storia e la tradizione della nostra cultura materiale. E questo progetto parte dalla valorizzazione dei luoghi fisici materiali e immateriali dove è radicata l’identità della nostra di comunità».

Un format originale, quello de “L’Amor DiVino-Vini in Villa”: «Parleremo di letteratura, di poesia, di lirica amorosa e di diletto del gusto attraverso forme giovani e fresche, perché l’aspetto caratterizzante di questo evento sarà la composizione giovane dei creativi dello staff artistico, che animerà con le proprie performance le tre serate. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato e creduto in questo progetto, contribuendo alla sua realizzazione» chiude Celeghin.

Salva Articolo

Lascia un commento