Este, al Ferrari la Notte nazionale del Liceo Classico

L'appuntamento è per venerdì prossimo dalle 18 alle 24: l’evento al poeta latino Ovidio, del quale ricorre il bimillenario della morte. Previste numerose attività, letture e spettacoli

625

ESTE. Si terrà venerdì prossimo dalle 18 alle 24 la quarta edizione della Notte nazionale del Liceo Classico. Per il secondo anno l’evento, patrocinato dal Miur, si svolgerà anche presso la sede dell’Istituto Ferrari in via Stazie Bragadine. L’idea di creare un appuntamento per far rivivere la cultura classica è partita dal liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale e in breve si è estesa in tutta la penisola, tanto che gli Istituti partecipanti quest’anno sono quasi quattrocento. Ogni scuola articola la serata liberamente, eccezion fatta per due momenti comuni: la proiezione di un breve video iniziale e la lettura dei versi finali in contemporanea (quest’anno il liceo capofila ha scelto l’inno pseudoomerico a Selene).

Al Ferrari gli organizzatori hanno scelto di intitolare l’evento al poeta latino Ovidio, del quale ricorre il bimillenario della morte. Per questo due spazi dell’ala riservata al mondo romano sono destinati alle Metamorfosi, il suo poema più noto. A Ovidio è stata dedicata, inoltre, la rappresentazione iniziale del mito di Orfeo ed Euridice. Presente anche una serie di altre attività e spettacoli, tra cui quelli ospitati nell’ala assegnata al mondo greco. Ogni spazio ha un sottotitolo che ne orienta la comprensione, ma al tempo stesso lo mette in relazione con l’attualità. L’idea di fondo è infatti che i testi classici possano aiutare ancora oggi a leggere meglio la realtà. Nella realizzazione dell’evento sono coinvolti numerosi insegnanti dell’Istituto (compresi quelli dell’indirizzo artistico), coordinati dalla professoressa Emanuela Capuzzo, ed Emilio Milani, responsabile del laboratorio di teatro, oltre naturalmente agli studenti.

Salva Articolo

Lascia un commento