Al via il Progetto Scuole di Estensione: «Insegniamo ai ragazzi a non cadere nelle bufale»

Pronto a partire il laboratorio giornalistico promosso dalla nostra testata: un’esperienza formativa e divertente attraverso la quale gli studenti impareranno a riconoscere le fake news e si cimenteranno nella scrittura di articoli

390

Un’iniziativa rivolta alle nuove generazioni per diffondere la cultura dell’informazione e fornire gli anticorpi necessari per evitare di cadere nelle cosiddette “bufale” o “fake news”. Ѐ pronto a partire il Progetto Scuole elaborato e promosso da Estensione, giornale online della Bassa Padovana. «Volevamo realizzare qualcosa che potesse essere utile ai ragazzi – spiega Giacomo Visentin, direttore editoriale e fondatore di Estensione -. I nativi digitali ricevono ogni giorno centinaia di messaggi da diversi canali: sono dunque sottoposti a un numero enorme di stimoli e non sempre hanno gli strumenti per interpretarli correttamente. Con questo progetto noi offriremo loro un’esperienza formativa e divertente, cercando di trasferire alcune competenze indispensabili per diventare un domani cittadini informati e consapevoli».

Il laboratorio è riservato agli studenti delle classi quarte e quinte della scuola primaria e delle classi prime, seconde e terze della scuola secondaria di primo grado. Si articola solitamente in due lezioni da due ore ciascuna, per un totale di quattro ore per ognuna delle classi partecipanti. Accanto alla spiegazione teorica, uno spazio importante è dedicato alle attività pratiche, utili a sperimentare in maniera concreta quanto appreso: ecco allora esercizi per l’individuazione delle principali componenti della notizia e il riconoscimento delle “bufale”. I ragazzi si misureranno anche nella scrittura di veri e propri articoli giornalistici, finalizzati eventualmente alla produzione del primo numero del giornalino di classe. Contenuti e attività proposti saranno adeguati all’età dei gruppi partecipanti.

Chiude Visentin: «Questo progetto, oltre che un’occasione per la nostra crescita umana e professionale, rappresenta un’opportunità importante che vogliamo dare agli istituti scolastici del territorio. Oggi viviamo nell’era dell’informazione, ma non tutto ciò che viene diffuso attraverso Internet e gli altri media è informazione. Esistono purtroppo anche materiali scadenti o addirittura falsi, creati ad arte per fini ben poco nobili, che possono avere effetti molto negativi sulle nuove generazioni. Ecco perché è fondamentale lavorare con i ragazzi, ponendo le basi per una fruizione matura e consapevole dei mezzi di comunicazione». L’adesione all’iniziativa richiede un contributo di 100 euro più Iva per ciascuna classe coinvolta. Per ulteriori informazioni è possibile inviare un messaggio privato alla pagina Facebook di Estensione o all’indirizzo info@estensione.org.

Salva Articolo

Lascia un commento