Fondazione Adriano Olivetti al fianco della cultura

184

(Informazione pubblicitaria)

La Fondazione Adriano Olivetti è stata fondata con lo scopo di promuove diverse attività culturali, che riguardano diversi ambienti come l’istruzione, l’educazione dei cittadini, il benessere della società. Il loro obbiettivo è multidisciplinare e per questo motivo, la fondazione, s’impegna non solo nell’ambito della promozione culturale ma anche nelle attività che implicano la ricerca scientifica. Durante questi anni, la Fondazione Adriano Olivetti ha operato al fine di promuovere nuovi programmi di sperimentazione e di studio sia nell’ambito del progresso sociale sia nell’ambito culturale e politico. Determinante per le loro azioni benefiche rivolte alla società, è stata la collaborazione con enti nazionali e internazionali, sia di natura privata che pubblica.

La fondazione ha diverse sedi operative tra queste le più importanti sono quella di Roma e Ivrea. La sede d’Ivrea è tra le più giovani ed è stata fondata nel 2008, per dare la possibilità, a ricercatori stranieri e italiani, di documentarsi e accedere a una biblioteca, considerata d’interesse storico, e arricchita con oltre 10.000 mila volumi. Al momento la presidentessa della Fondazione è Cinthia Bianconi, mentre nel consiglio di amministrazione spiccano importanti personalità del mondo imprenditoriale, come ad esempio Vincenzo Manes (presidente anche di altre fondazioni benefiche e di Vita spa).

I progetti culturali e innovativi della Fondazione Adriano Olivetti

Uno dei progetti più ambiziosi e dedicati all’approfondimento culturale è la creazione dell’Archivio digitale Olivetti. Quest’archivio avviato nel 2013, vuole accogliere in un’unica piattaforma tutti gli archivi aziendali, la storia, i dati e le raccolte di Olivetti a partire dal 1908 sino a oggi. L’archivio digitale permette la consultazione dei dati e dei documenti a tutti coloro che desiderano informarsi e migliorare la loro cultura. Infatti questo progetto vuole valorizzare appieno un patrimonio considerato unico per la sua cultura interdisciplinare.

Il secondo progetto che vede impegnata la Fondazione Olivetti è la rivalutazione di Ivrea e del territorio Canavesano. Grazie alle sue operazioni di riqualificazione, come ad esempio la ricostruzione del teatro d’Ivrea, la fondazione ha contribuito in ben quattro anni di attività a valorizzare il patrimonio architettonico lascito della fabbrica di Ivrea. Tant’è che il la città al momento è candidata sito UNESCO. Il progetto che interessa Ivrea è molto importante per la Fondazione Adriano Olivetti. I vari interventi racchiusi tutti nel programma chiamato: Ivrea città industriale del XX secolo, sono molto importanti al fine di ottenere il giusto riconoscimento di un’opera ambiziosa dedicata interamente a Laura Olivetti, figlia di Adriano, e una delle presidentesse più longeve nella storia della Fondazione. A questo progetto, in collaborazione con la Fondazione, troviamo anche: Regione Piemonte, Provincia di Torino, Fondazione Guelpa, Comune d’Ivrea e MiBACT.

Un’altra attività di promozione della cultura è quella organizzata attraverso le Lezioni Olivettiane. In questo percorso che interessa tutt’Italia, la fondazione crea un itinerario divulgativo che interessa tutti dalle scuole alle università, sino ai vari Festival organizzati nelle principali città d’Italia. La Fondazione Adriano Olivetti naturalmente, opera e realizza anche altri progetti che interessano principalmente la promozione della cultura, dello studio e della ricerca.

Salva Articolo

Lascia un commento