Pirati dei Caraibi, un tuffo nel passato

Quinto capitolo della saga Disney che ha come protagonista il capitano Jack Sparrow, interpretato da Johnny Depp. Una saga spremuta all'osso che riesce a intrattenere ma non a rinnovarsi

305

Titolo: Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar
Attori: Johnny Depp, Geoffrey Rush, Javier Bardem, Orlando Bloom
Regista: Joachim Rønning, Espen Sandberg
Fotografia: Paul Cameron
Musiche: Geoff Zanelli
Durata: 129 minuti
Genere: Avventura
Trailer: Clicca qui

Trama: Il capitano Jack Sparrow è alla ricerca del tridente di Poseidone. Nel frattempo viene inseguito da Salazar (Javier Bardem), capitano non morto, il quale ha un conto aperto con il personaggio interpretato da Johnny Depp.

Giudizio: L’industria cinematografica americana ha avviato, da qualche anno oramai, una nuova tendenza produttrice, incentrata quasi esclusivamente su materiale non originale. Il vizio, nel quale Hollywood è ceduta ormai molteplici volte, è quello di dar vita a sempre più reboot e sequel con risultati, spesso, poco appaganti.

Giunti al quinto capitolo, di un saga spremuta quasi all’osso, ci si ritrova con un prodotto ambiguo, di non facile definizione. Il fattore novità è naturalmente sparito da un po’, il primo film (“La maledizione della prima luna”) è stato un piccolo capolavoro a livello narrativo, forse uno dei migliori film del 2003. Da quel momento in poi c’è stata una progressiva perdita qualitativa , culminata con il quarto capitolo (“Oltre i confini del mare”), rivelatosi un vero e proprio disastro sotto tutti i punti di vista. Questo quinto capitolo, nonostante non sia fresco come il primo, è sicuramente un prodotto divertente e orientato al puro intrattenimento. Si tratta, quindi, di un vero e proprio tuffo nel passato, a discapito di uno stile nuovo e originale.

Nonostante il film sia assolutamente piacevole (anche se distante anni luce dal primo), ha molteplici punti che lo rendono, comunque, un film poco consistente. Da un punto di vista recitativo, la grande nota positiva è sicuramente Javier Bardem. Salazar, la nuova nemesi di Jack Sparrow, è un cattivo assolutamente con i fiocchi, reso ancora più inquietante dal CGI. La sua prova recitativa è degna di nota.

Qualche perplessità desta, invece, il personaggio di Jack Sparrow (interpretato dal solito Johnny Depp). In questo film viene fatto prevalere il suo lato “goliardico” rispetto al suo lato “scaltro”. Nei primi capitoli la vena comica era sicuramente marcata, ma non tale da rendere il personaggio una caricatura di sé stesso. In questa quinta parte, alcuni comportamenti del capitano Sparrow sono in contrasto con quelli che lo stesso Jack avrebbe tenuto nei primi film. Viene data quindi l’impressione che gli sceneggiatori abbiano voluto forzare un po’ la mano, a discapito della continuità narrativa.

Lo stile registico, come la stessa musica, sono chiaramente ispirate ai primissimi capitoli. Nonostante ciò, si avverte, nel corso dell’intero film, che molte scelte dal punto di vista visivo sono un po’ forzate e a volte un po’ banali. Forzata è anche la struttura narrativa (precisando che la storia è comunque assolutamente piacevole), a volte questa si rivela essere vincolata da espedienti narrativi triti e ritriti, assumendo caratteristiche poco originali.

Il film si pone comunque in nettissimo miglioramento rispetto al capitolo precedente e anche se il prodotto ormai sia veramente spremuto, ci sono delle buone possibilità che i capitoli successivi possano rivelarsi comunque delle ottime pellicole dal punto di vista dell’intrattenimento.

Lascia un commento