Rissa con inseguimento: cinque denunce

All'origine dell'episodio pare ci siano state alcune frasi ritenute offensive. Un uomo è finito in ospedale: per lui quindici giorni di prognosi

289

MEGLIADINO SAN FIDENZIO. Cinque persone sono state denunciate a piede libero per rissa dai carabinieri della Compagnia di Este. L’episodio è accaduto mercoledì attorno alle ore 17 a Megliadino San Fidenzio quando un 44enne cittadino marocchino, già noto alle forze dell’ordine e deciso a chiarire alcune frasi ritenute offensive a lui rivolte in precedenza, si sarebbe presentato alla porta di un’abitazione dove erano presenti quattro connazionali. A quel punto gli animi, anziché rasserenarsi, si sarebbero accesi. Secondo la ricostruzione degli uomini dell’Arma il 44enne, armato di una pesante catena, avrebbe colpito uno dei quattro, tutti incensurati e di età compresa tra i 25 e i 35 anni, scatenando la loro reazione. Il gruppo avrebbe infatti inseguito l’aggressore in strada fino a raggiungerlo in un cortile privato. Quindi, dopo averlo malmenato, si sarebbe dileguato. Arrivati sul posto, i carabinieri hanno identificato il 44enne e rintracciato gli altri presunti protagonisti della zuffa. Tutti e cinque dovranno rispondere di rissa. Il 44enne è stato trasportato all’ospedale di Monselice: per lui la prognosi è di due settimane.

Salva Articolo

Lascia un commento