Oltre 300 pensionati Coldiretti a Vo’ Vecchio con il vescovo Cipolla (FOTO)

Anche monsignor Cipolla al rituale appuntamento annuale organizzato dall'associazione provinciale degli agricoltori "senior": «C'è sempre un frutto da portare in ogni stagione della vita»

684

VO’. Giornata di festa e di condivisione per i circa 300 agricoltori “senior” arrivati a Vo’ Vecchio per il rituale appuntamento annuale organizzato da Coldiretti Federpensionati Padova, l’associazione guidata da Resio Veronese che conta oltre 14 mila iscritti in tutta la provincia. A presiedere la celebrazione dell’evento, molto sentito e partecipato, è arrivato anche il vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla, che ha celebrato la messa nella chiesa della frazione insieme a don Galdino Canova, consigliere ecclesiastico di Coldiretti.

«Sono felice di essere in mezzo a voi – ha esordito Cipolla – perché i pensionati ci ricordano che ci sono stagioni diverse durante le quali c’è sempre un frutto da portare, anche nell’autunno della vita, attraverso l’enorme sostegno alle loro famiglie». Resio Veronese, il presidente dell’associazione ha ribadito come «nonostante le difficoltà quotidiane e dopo una vita di lavoro, continuiamo a dare il nostro contributo in famiglia e nella società civile. Rappresentiamo un’attuale e apprezzata forma di “welfare” in tutto il territorio e trasmettiamo alle giovani generazioni l’amore per la terra e per i suoi frutti». Un categoria, quella degli agricoltori pensionati, che spesso deve fare i conti con pensioni sotto la media. «Per questo Coldiretti ha messo a punto una serie di strumenti e di agevolazioni come forma di ulteriore sostegno, come il Patronato Epaca e la “carta vantaggi”».

Salva Articolo

Lascia un commento