Ladri nello spogliatoio durante l’allenamento: maxi-furto al Redentore

I malviventi si sono calati dal tetto forzando una finestra durante l'allenamento della squadra di calcio locale. Il bottino è di 15 cellulari e altrettanti portafogli

228
Il Patronato Ss. Redentore di Este

ESTE. È un bottino davvero cospicuo quello che alcuni ignoti hanno sottratto martedì sera da uno degli spogliatoi del campo da calcio all’interno del Patronato Redentore di viale Fiume. Vittime del furto i giocatori della squadra locale, che milita nel campionato di Terza Categoria, in quel momento impegnati ad allenarsi nel campetto posteriore che dà su via Gambina. I ladri si sono introdotti nel locale dal tetto, forzando una finestra sopraluce (la porta era chiusa a chiave), per poi razziare tutti gli effetti personali trovati nelle borse e negli indumenti. Alcune tracce di sangue fanno pensare che uno dei malviventi possa essersi ferito durante l’operazione di discesa.

Ad accorgersi del furto, verso le 22, è stato uno dei calciatori della squadra, tornato in spogliatoio in anticipo senza disputare la classica “partitella” di fine allenamento, a causa di un problema fisico. Il giocatore ha immediatamente richiamato l’attenzione dei compagni, ma a quel punto dei ladri non vi era più traccia. Dallo spogliatoio sono spariti 15 telefoni cellulari e altrettanti portafogli. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della stazione di Este.

Lascia un commento