Federalberghi: «Cerchiamo 400 collaboratori per il Natale, ma è difficile trovarne»

Il direttore dell'associazione di categoria Marco Gottardo: «In pochi accettano di lavorare il fine settimana, nonostante un discreto stipendio. I curricula che arrivano sono insufficienti»

818

ABANO TERME. «Per le feste natalizie abbiamo bisogno di 3-400 collaboratori da inserire nelle aziende nelle varie figure professionali». Questi i numeri comunicati dal direttore di Federalberghi Terme Abano Montegrotto Marco Gottardo: ci sono dunque nuovi posti di lavoro che attendono solo di essere assegnati. Assunzioni che arriveranno anche all’interno del Gruppo Borile, in cui da marzo verranno inserite 40 nuove persone. È di 5.600 il totale delle persone impiegate nel Bacino Termale Euganeo nelle circa 100 aziende di Abano e Montegrotto, 3.400 a tempo indeterminato. «Circa 4.000 sono occupati nella parte ricettiva degli alberghi e 1.600 nella parte cure-benessere-servizi alla persona», spiega Gottardo. I salari lordi distribuiti dagli alberghi termali nel 2017 supererà i 150 milioni.

Nonostante i dati positivi, il direttore di Federalberghi evidenzia un problema: «È molto difficile individuare collaboratori che siano disposti a lavorare nelle festività e il sabato e la domenica, nonostante il lavoro sia interessante, con ottime prospettive di stabilizzazione rispetto ad altri settori e discretamente retribuito». Ciononostante, continua Gottardo, «la necessità da parte delle aziende e i dati sempre incredibilmente importanti sulla disoccupazione giovanile, i curricula che arrivano nelle aziende e all’ente bilaterale sono sempre insufficienti».

Da qui, la collaborazione fra Federalberghi e le organizzazioni sindacali, con le quali sono iniziati i lavori a una piattaforma di welfare aziendale, che dia la possibilità a chi deciderà di lavorare nelle aziende del Bacino Termale Euganeo. Stretti anche dei rapporti con l’istituto alberghiero, per i quali i risultati si vedranno in ottica futura: «Per ora solo il 25-30% dei diplomati decide di lavorare in albergo». Gottardo infine segnala «la partenza del nuovo corso di formazione per operatore di assistenza termale per fanghino e massaggino, che alla conclusione del percorso di 1.000 ore di formazione presenta sempre una percentuale di occupazione superiore al 90%».

Salva Articolo

Lascia un commento