Este, nuovo incarico per don Orlando

L'anziano sacerdote, ormai ex parroco di San Girolamo, ha ricevuto dal vescovo Cipolla il compito di tenere i rapporti con le associazioni del territorio atestino

1007

ESTE. Nelle scorse settimane don Orlando Zampieri ha lasciato di fatto la guida della parrocchia di San Girolamo, che proprio con lui ha visto la luce negli anni Settanta, ma il suo non è stato un addio alla città. Come preannunciato, infatti, il vescovo di Padova Claudio Cipolla, accogliendo la disponibilità dell’anziano sacerdote  a continuare in altra forma il suo ministero, gli ha assegnato un nuovo incarico: quello di collaboratore pastorale con il compito di tenere i rapporti con le associazioni del territorio atestino. Nel frattempo domenica prossima alle 15,30 la comunità di Meggiaro saluterà l’ingresso ufficiale del nuovo parroco don Ottavio De Stefani.

La figura di don Orlando è piuttosto nota a Este e di recente è balzata alle cronache per via della bocciatura da parte del Consiglio comunale della proposta avanzata dal sindaco Roberta Gallana di attribuirgli la cittadinanza benemerita. Per assegnare il riconoscimento serviva da regolamento la maggioranza qualificata dei tre quarti dell’assemblea, che non è stata raggiunta in virtù dei voti contrari e delle astensioni delle opposizioni. La decisione del parlamentino atestino ha suscitato grande clamore e un’inevitabile scia di polemiche.

Salva Articolo

Lascia un commento