Salgono a 12 i punti in cui firmare la petizione per salvare il Parco Colli

544

ESTE. Le dichiarazioni di giovedì dell’assessore regionale all’Ambiente Cristiano Corazzari, che aprivano alla possibilità di un ampliamento anziché di una contrazione del territorio, non hanno fatto abbassare la guardia al fronte contrario all’emendamento Berlato e alla riduzione dell’area del Parco Regionale dei Colli Euganei. La petizione lanciata dalla pagina Facebook “Salviamo il Parco dei Colli Euganei” – nomen omen – non si ferma e registra nuove adesioni, anche oltre i confini della zona collinare. Ad oggi, sono 12 i punti di raccolta firme attivati dagli aderenti al movimento, che già a dicembre si era reso promotore di una petizione online in grado di raccogliere 6.800 sottoscrizioni in pochi giorni.

I due moduli predisposti sono al momento disponibili per essere firmati presso i seguenti punti di raccolta: Erboristeria L’Agrifoglio (Piazza Trento e Trieste 15, Este), Il Colibrì (Via Roma 26, Monselice), Bar Sport (Via Monte Gula, Baone), Laboratorio La.Ri.An (Via Rovigo 77, Este), Il Grillo Sport (Piazzale Stazione, Montegrotto Terme), Idea Montagna Editoria e Alpinismo (Via Euganea Villa 7, Teolo), Cantina Ca’ Lustra (Via San Pietro 50, Cinto Euganeo), Trattoria da Marino (Via Noiera 11, Galzignano Terme), Tabaccheria Marchioro (Piazza della Libertà 8, Battaglia Terme), a cui ieri si sono aggiunti Libreria Limerick (Via Tiziano Aspetti 13, Padova), Libreria di Cultura (Piazza XX Settembre 62, Conselve) e Bio Forno Colli Euganei (Via Ventoloni 12/B, Galzignano Terme).

La presenza dei due diversi moduli – uno per i residenti dei 15 Comuni euganei e l’altro per tutti gli altri – è spiegata dagli stessi promotori dell’iniziativa: «Puntiamo a sfatare il mito diffuso dal seguito di Berlato, secondo cui ad opporsi alla sua proposta sarebbero solo, o per lo più, persone provenienti da fuori, o che comunque non vivono quotidianamente la realtà del parco; d’altra parte, vogliamo dare anche a chi non risiede nei Comuni euganei la possibilità di sostenere la nostra causa, considerato che il valore ambientale, culturale ed economico del Parco dei Colli Euganei ne travalica ampiamente i confini».

Salva Articolo

Lascia un commento