Profughi, nuovo avviso esplorativo: la Prefettura prosegue con l’accoglienza diffusa

Accoglienza solo nei comuni che non ospitano immigrati. Emanato dal prefetto un nuovo avviso per la ricerca di manifestazioni di interesse per l'affidamento del servizio di accoglienza in favore di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale

678

PADOVA. «Al fine di garantire il rispetto dei principi di economicità, trasparenza e parità di trattamento, si ritiene necessario promuovere una nuova urgente indagine conoscitiva finalizzata ad individuare proposte di accoglienza nei confronti di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale da realizzarsi in strutture immediatamente fruibili».

Così il prefetto di Padova, Renato Franceschelli, rende noto un nuovo avviso esplorativo per l’arrivo di 400 profughi. Mirando allo sfoltimento dell’hub di Bagnoli di Sopra, la nuova linea di accoglienza – diffusa – definita dalla Prefettura padovana coinvolgerà solo i comuni della provincia che, ad oggi, non ospitano nessun migrante. L’annuncio divulgato dal sito della Prefettura, tra le specifiche richieste, sottolinea alcuni dei limiti e delle caratteristiche necessarie per soddisfare l’instaurazione di possibili nuovi centri di accoglienza. Franceschelli attraverso questo avviso esplorativo, infatti, cerca la disponibilità da parte di privati ed enti pubblici ai fini di trovare nuove ubicazioni per «eventuali ulteriori e differenti strutture» per altri 400 posti per stranieri richiedenti asilo fino al 31 dicembre 2017. Le strutture di accoglienza per i profughi, secondo la pubblicazione del prefetto, possono nascere in 55 dei 104 comuni della provincia, seguendo regole precise sia sul numero massimo di ospiti per paese sia sui requisiti della struttura ospitante.

A seguire, la lista – stilata dalla Prefettura – dei comuni in cui si possono inserire i nuovi centri di accoglienza: Anguillara, Arquà, Arre, Arzergrande, Barbona, Boara Pisani, Bovolenta, Brugine, Campodoro, Camposampiero, Campo San Martino, Candiana, Carceri, Carmignano di Brenta, Casalserugo, Castelbaldo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Correzzola, Fontaniva, Galliera, Galzignano, Gazzo, Grantorto, Granze, Limena, Loreggia, Lozzo Atestino, Maserà, Massanzago, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale, Merlara, Ospedaletto Euganeo, Piacenza d’Adige, Piombino Dese, Polverara, Pozzonovo, Rovolon, Saletto, San Giorgio in Bosco, San Martino di Lupari, San Pietro Viminario, Sant’Angelo di Piove, Sant’Elena, Sant’Urbano, Tombolo, Trebaseleghe, Urbana, Veggiano, Vescovana, Vighizzolo, Villa del Conte e Villafranca.

Salva Articolo

Lascia un commento