Nasce il comitato del no all’A13: “Dobbiamo opporci a quest’imposizione”

430

DUE CARRARE. Si riunisce domani sera, nella biblioteca comunale di via Roma 95, il comitato del No alla terza corsia dell’A13, un collettivo nato in pochi giorni ma deciso a far sentire la propria voce. Ha sollevato non poche polemiche, infatti, la volontà di Autostrade Spa di aggiungere al tratto autostradale Padova- Monselice una terza carreggiata, in entrambe le direzioni.

Il 9 febbraio scorso, in occasione dell’incontro nel quale l’azienda ha spiegato il progetto alla cittadinanza, sono state sollevate diverse critiche e posti parecchi interrogativi. E’ veramente necessaria un’opera così impattante dal punto di vista ambientale? I cittadini che abitano a ridosso del tratto suddetto verranno salvaguardati dall’inquinamento acustico e atmosferico che essa comporta? Per il comitato, costituito sotto la guida di Roberto Bezze, la risposta è “No”.

Sulla dannosità dell’opera, nel manifesto del collettivo, si legge che essa avrebbe un impatto ambientale nocivo dal punto di vista dell’aumento della cementificazione e dell’inquinamento atmosferico, idrico e del suolo. Problematiche che andrebbero a ripercuotersi in un territorio già compromesso a causa di realtà come le polveri tossiche della C&C di Battaglia Terme, l’elettrodotto, le antenne e l’agro tossico.

Il comitato si è espresso anche sull’inutilità dell’investimento ritenendo l’aggiunta della terza corsia non un passo verso il progresso bensì una spinta verso il regresso: un’opera, progettata in previsione di un incremento del traffico su gomma, che si muove in direzione opposta ai sistemi di mobilità alternativi di cui si stanno dotando gli altri paesi europei.

I cittadini che hanno sottoscritto gli obiettivi del comitato chiedono a gran voce che Autostrade Spa provveda a rispettare le normative europee per la messa in sicurezza del territorio e che sia svolta un’indagine epidemiologica e ambientale per valutare i danni provocati sinora.

Il comitato, posizionato il sabato mattina di fronte al municipio, è deciso a fare rete pertanto proseguirà la raccolta firme ai mercati settimanali: il lunedi a Maserà e Monselice, il giovedi a Due Carrare e Pernumia, il venerdì ad Albignasego.

Lascia un commento