Investito in bici, muore a 16 anni. La madre acconsente all’espianto degli organi

203

CONSELVE. Non ce l’ha fatta il 16enne di Conselve travolto da un’auto martedì sera, verso le 18, sulla Monselice-Mare. Il ragazzo stava attraversando la strada in sella alla sua mountain bike, nel punto in cui la regionale s’incrocia a raso con via Legnosa e via Olmo, quando è stato travolto da una Citroën Picasso proveniente da Tribano e guidata da un 36enne di Conselve. Nel violento scontro, il corpo del giovane aveva sfondato il parabrezza dell’auto, riportando gravi traumi e fratture.

Il 16enne era stato immediatamente trasportato nel reparto di rianimazione dell’Ospedale di Padova, dove era stato sottoposto a un intervento chirurgico per fermare un’emorragia interna, per poi essere tenuto in coma farmacologico. Ieri, poco dopo pranzo, è entrato in coma irreversibile. A quel punto i medici hanno contattato i familiari, chiedendo il consenso per l’espianto degli organi. La madre del ragazzo ha dato l’assenso.

Salva Articolo

Lascia un commento